Ragusa: minaccia madre e nipoti, arrestato dalla polizia

RAGUSA (Giulia Di Martino) – La polizia arresta stalker che minacciava la madre ed i fratelli di morte per soddisfare i propri vizi. La Mobile ricevuta la denuncia dava avvio ad un’intensa attività d’indagine che permetteva di provare la gravità del comportamento dell’uomo. Dipendente dalla cocaina, minacciava di morte e di torturare i congiunti asserendo di avere amici napoletani della camorra che lo avrebbero aiutato a farli fuori se non gli avessero consegnato il denaro. La polizia arresta un uomo ragusano di anni 46 anni per estorsione e stalking ai danni della madre e dei fratelli. La procura, due mesi fa, ha delegato la mobile per accertare quanto denunciato dai familiari. Terrorizzati dalla impressionante escalation di minacce e richieste estorsive commesse dal congiunto, le vittime hanno consegnato decine di migliaia di euro. A seguito delle indagini, la Procura ha richiesto ed ottenuto al GIP la misura cautelare in carcere per l’indagato, proprio per la pericolosità e violenza manifestate dal soggetto. Da più di un anno l’uomo aveva interrotto ogni rapporto con i familiari con cui gestiva un’attività imprenditoriale. I rapporti sono stati interrotti di comune accordo ma l’uomo non accettava in alcun modo le decisioni maturate insieme pretendendo più soldi di quelli dovuti; questa era solo una scusa per estorcere del denaro al fine di acquistare droga. La madre ed un fratello, al fine di aiutarlo, lo foraggiavano spontaneamente fino a quando non hanno compreso che il denaro servisse per acquistare droga pertanto decidevano di non assecondarlo più. Non appena i congiunti decidevano di non soddisfare più le richieste, l’indagato ha dato inizio ad un comportamento criminale sempre più grave. Prima la persecuzione con centinaia di messaggi, telefonate ed email, poi le minacce ed insulti di ogni tipo, alla fine l’escalation criminale è giunta fino all’ estorsione. L’uomo pretendeva denaro altrimenti avrebbe ucciso e torturato tutti, compresa la madre ed i nipoti, vantandosi di avere amici camorristi. La denuncia presentata dai familiari con grande fatica è stata l’ultima cosa che avrebbero voluto fare ma di sicuro la cosa più giusta; forse adesso il loro congiunto potrà rendersi conto della gravità di quanto fatto e seguendo un percorso riabilitativo tornare a poter vivere una vita priva da dipendenze. La polizia di Stato è stata accanto alla famiglia durante le indagini, per raccogliere quante più fonti di prova a carico dell’indagato che ha dimostrato una pericolosità sociale inaudita. Al termine, è arrivato il provvedimento di cattura in altra regione grazie alla collaborazione dei colleghi del posto. L’uomo è in carcere

 

 

Leggi tutto

Ragusa: Bilancio previsionale, l’Amministrazione risponde alle critiche

RAGUSA  (Giulia Di Martino) Approvazione DUP (documento unico di programmazione) e Bilancio triennale di previsione, l’amministrazione comunale di Ragusa non ci sta a  subire critiche restando in silenzio. Stamattina a palazzo dell’Aquila c’è stata una conferenza stampa per rispondere  alle critiche piovute, soprattutto da parte  del Movimento Cinque stelle e dal partito democratico. Il sindaco  Peppe Cassì ha detto subito che le critiche sentire sono molto strumentali  senza contenuti e spedisce tutto al mittente. In conferenza stampa  è stata sottolineata la bontà del lavoro svolto per definire il bilancio e gli strumenti finanziari collegati. Sono state operate delle scelte per  rispettare l’attuale situazione di cassa definita ‘sufficiente’ dall’assessore al Bilancio Giovanni Iacono. Il prossimo  passo, sarà l’approvazione  del  Bilancio  consuntivo entro aprile 

 

 

 

 

Leggi tutto

Tra le 16 ‘bandiere verdi’ di Sicilia ben 6 sono nel mare ibleo

RAGUSA  (Di Giulia Di Martino) – Le spiagge iblee sono a dimensione di bambino. La ‘bandiera verde’ che lo testimonia, ne insignisce ben 6, a cui va aggiunta quella, straordinaria, di Vendicari, nel Netino. La ‘bandiera verde’, è un riconoscimento assegnato ogni anni dai pediatri e riservato, appunto, alle spiagge cosiddette ‘a misura di bambino’. Sono arenili dove i servizi, la pulizia, il confort e l’assistenza, garantiscono il meglio per i bagnanti più piccoli. Gli indicatori sono precisi ed ineluttabili: acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia per torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio. E poi giochi, spazi per cambiare il pannolino o allattare e, nelle vicinanze, ci devono essere gelaterie e locali per tutta la famiglia. Nel 2019, le località di Italia e Spagna ad ottenere la ‘bandiera verde’, sono 142 e le regioni italiane che hanno fatto il pienone sono Calabria –18 bandiere verdi– e Sicilia –quota 16-. Fra queste 16, dunque, ci sono le 6 spiagge iblee che potranno issare, la prossima estate, questo simbolo: la spiaggia tra Casuzze e Punta secca, Caucana, Marina di Ragusa, Pozzallo, Scoglitti e Santa Maria del Focallo. Ad esse, restando nel SudEst a andando nel Siracusano, la spiaggia di Vendicari. Il riconoscimento, è assegnato dal 2008 e si basa sul contributo di oltre 2.500 pediatri italiani ed europei 

 

 

 

Leggi tutto

Ragusa, al via la promozione dei prodotti che saranno presenti al ‘Tutto food’ di Milano

RAGUSA (di Elisa Montagno) – In attuazione dell’Azione strategica n. 6 del Piano di Utilizzo dei Fondi ex Insicem che prevede tra l’altro in una misura “Sostegno ai progetti di promozione di Consorzi di impresa per il mercato estero” è stata attivata una manifestazione di interesse per la partecipazione alla manifestazione fieristica “Tutto food’ in programma a Milano dal 6-9 Maggio prossimi.
Per la presentazione della domanda possono essere presentati progetti finalizzati alla promozione esclusiva dei prodotti del territorio come i vini appartenenti alle denominazioni Dogc, Doc Doc e Igt nonché l’olio Dop ‘Monti Iblei’, i formaggi Dop e il cioccolato Igt. I consorzi devono far pervenire la domanda di interesse entro le ore 13 del 12 aprile.
Leggi tutto

Ragusa, In miglioramento la crisi idrica

RAGUSA (di Giulia Di Martino) –  Sono in netto miglioramento le condizioni microbiologiche dei campioni di acqua prelevati lo scorso 6 marzo sia nell’impianto, sia nelle rete di distribuzione. Lo fa sapere il comune di Ragusa con una nota ufficiale, dopo l’esito delle analisi sull’acqua avviate nei giorni scorsi. Il protocollo Asp dà però delle indicazioni precise al Comune che in via precauzionale, mantiene in vigore l’ordinanza di divieto per uso potabile ed alimentare dell’acqua nelle zone già individuate e rese note, fino a quando non si avranno i risultati completi di tutte le analisi in corso, incrociati proprio con quelli dell’Asp. L’Ente di Corso Italia inoltre sta analizzando le criticità riscontrate al fine di valutare una soluzione definitiva, che annulli sul nascere ogni possibile rischio del problema che era sorto nel 2013. Per le zone di Cisternazzi, Puntarazzi e Nuovo Ospedale “Giovanni Paolo II”, dalle ore 13 di oggi è attiva un’autobotte, disponibile ogni giorno dalle 8 alle 20. Continuerà inoltre la fornitura h24  di acqua in via Falcone, via Berlinguer (ang. Via Psaumide), via Gagini, alle spalle del Campo di atletica Petrulli ed in via della Costituzione. Intanto il movimento politico Ragusa Prossima chiede chiarimenti all’amministrazione Cassì di informare quali siano stati i motivi di contaminazione della rete idrica, come è stata gestita la criticità e quali costi dovranno subire i ragusani

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica