FOTO TURISMO

Aumento di presenze nel ragusano del 48%

RAGUSA (di Elisa Montagno) – L’area iblea è protagonista negli ultimi anni di un fenomeno di progressiva scoperta da parte del turismo nazionale e soprattutto internazionale. In attesa dei dati ufficiali sulla ricettività di quest’anno, i numeri del sistema aeroportuale del sud-est Sicilia lo confermano: nei primi 8 mesi dell’anno i passeggeri di Catania e Comiso sono passati dai 5 milioni del 2014 ai 6,4 milioni del 2017 (+28%).

Nel 2016 nella provincia di Ragusa si sono registrate più di 1,2 milioni di presenze (notti trascorse dai turisti nelle strutture alberghiere ed extralberghiere), secondo i dati provvisori della Regione Siciliana. Si tratta di un picco storico straordinario, se si considera che nel 2014 le presenze si attestavano sulle 829.000. In due anni si è registrato quindi un balzo del 48%. Dietro questo boom c’è un significativo cambiamento della composizione dei flussi.
Se nel 2014 le presenze di italiani e stranieri si equivalevano (414.000 contro 415.000), nel 2016 il turismo internazionale è salito a 726.000 presenze, arrivando a rappresentare il 59% del totale. “Fino al recente passato, a causa del posizionamento geografico periferico e delle carenze infrastrutturali, questa parte dell’isola era ancora poco conosciuta rispetto ad altre mete classiche della Sicilia. Oggi questo handicap è in parte superato, grazie all’’effetto Montalban0, da un lato, e all’inserimento dell’area tra i siti patrimonio dell’umanità dell’Unesco. L’apertura dell’aeroporto di Comiso ha ridotto le criticità dell’accessibilità. E ad aiutare la crescita turistica concorre anche l’instabilità politica di alcune aree del mondo e il rischio terrorismo, che stanno determinando una complessiva riarticolazione dei flussi turistici che premia l’Italia”, sottolinea il Censis.
“Ma c’è anche altro. Stiamo assistendo a una progressiva evoluzione della domanda: oggi il turista cerca un mix di esperienze, combinando il mare con la scoperta del territorio e delle sue eccellenze. La forza del territorio ibleo risiede proprio nella varietà dell’offerta: un mare incontaminato (ben 3 delle 7 bandiere blu della Sicilia), uno straordinario patrimonio storico-artistico, una enogastronomia d’eccellenza (Ragusa è il capoluogo con più ristoranti stellati in rapporto alla dimensione della popolazione)”, continua la nota.
“Per essere colte appieno, le opportunità derivanti da una maggiore notorietà e dal contesto internazionale richiedono però un forte impegno per superare alcuni limiti che, non da oggi, caratterizzano l’offerta turistica del territorio: singole eccellenze, per quanto straordinarie, senza una visione e un’organizzazione di insieme non bastano”.
Leggi tutto
piccolo principe

Inaugurato il nuovo centro del Piccolo Principe a Ragusa

RAGUSA (di Elisa Montagno) – Tanto stupore. E’ quello che ha pervaso le circa seicento persone che domenica hanno partecipato all’inaugurazione del centro per bambini speciali del Piccolo Principe onlus a Ragusa. Lo stupore negli occhi di Mattia, che frequenta l’alberghiero, e ha atteso gli ospiti che avrebbero festeggiato, lo stupore dei genitori, di quanti hanno sostenuto il progetto, con le loro donazioni. Stupore e meraviglia per i colori, innanzitutto.
Il centro per bambini con diverse abilità è colorato, vivace, diverso.

 

In cosa diverso? “Ogni stanza è stata pensata e studiata con l’aiuto di un Neuropsichiatra infantile in relazione alle esigenze dei bambini che vi saranno ospitati -spiega Melania Firrito-. Ci sono bambini che hanno bisogno di essere stimolati dai colori, bambini invece iperattivi, che hanno bisogno di colori tenui che favoriscano la loro attenzione al compito, ecco, ogni particolare è stato pensato in funzione terapeutica”.

Il centro ha ciascuna stanza insonorizzata, porte senza maniglie, con aperture push, pavimenti adeguati al tipo di attività che vi si svolgono. Materiali, illuminazione, mobili e spazi sono stati pensati in relazione alle esigenze dei piccoli ospiti che lo animeranno.
L’immobile è stato acquistato e ristrutturato con i proventi del 5×1000, conservati sin dal 2006 dal Piccolo Principe per poter un giorno realizzare una struttura a norma di legge.
La nuova sede è stata già accreditata infatti dalla Regione Siciliana come centro diurno per minori disabili.
Il centro ha una superficie coperta di 450 metri quadri, e 120 metri di spazi esterni.
È in grado di accogliere fino a 40 bambini al giorno.
Oltre ai locali previsti dalla normativa la sede si avvale di stanzette per il lavoro individuale, con un educatore professionale, una stanza per la valutazione con specchio unidirezionale, un bagno attrezzato per le acquisizioni delle autonomie nell’igiene e cura della persona, una cucina a norma HACCP per la preparazione dei pasti.

Dopo il discorso di ringraziamento del Presidente Melania Firrito e l’omelia dei frati minori, il taglio del nastro è consistito nel volo simbolico dei palloncini bianchi, seguito subito dalla benedizione dei locali e dalla visita guidata agli stessi.

Leggi tutto
FAM-256x256

Numeri da record per la 43a Fam

RAGUSA (Di Elisa Montagno) – Com’era nelle previsioni la 43^ Fiera Agroalimentare Mediterranea si è confermata un’edizione dai numeri record. Tre giornate ricche di eventi che hanno attirato un numero incredibile di visitatori a conferma di una realtà che rappresenta a pieno titolo la più importante vetrina commerciale del bacino del Mediterraneo del settore. Migliaia i visitatori che già dalle prime ore del mattino hanno affollato gli 80.000 metri quadrati del Foro Boario di c.da Nunziata a Ragusa anche nella terza giornata, la cui mattinata è stata dedicata anche alla premiazione dei vincitori dei vari concorsi svolti in occasione della Fiera e alla sfilata e premiazione dei campioni e delle campionesse delle razze bovine, equine e asinine.

Per la gara di valutazione morfologica i vincitori sono stati gli allievi del “Galileo Ferraris” di Ragusa per la razza Frisona, mentre per la Pezzata rossa i vincitori sono stati gli allievi dell’istituto “Enrico Fermi” di Vittoria.

L’11° Concorso “Q&E”, qualità ed esposizione dei prodotti agroalimentari, riservato alle aziende espositrici del settore agroalimentare è stato vinto dall’azienda “Terre di Aromi” di Giuseppe Cataldi che potrà partecipare gratuitamente alla prossima edizione della FAM.

Il concorso “Meccanizzazione agricola: Innovazione e sicurezza” giunto alla sua terza edizione, riservato alle aziende espositrici di attrezzature, macchinari e loro componenti destinati all’impiego in agricoltura e zootecnia, è stato assegnato invece all’azienda “FTS SNC” di Romeo salvatore & C. per la trattrice agricola “Kubota”.

Il concorso per il formaggio “Ragusano DOP”, fiore all’occhiello della provincia di Ragusa ed oggi approvato dal Ministero grazie ad un nuovo disciplinare con un logo inconfondibile, ha visto al primo posto l’Azienda Agricola Zootecnica di Carmelo Massari.

Un premio è stato assegnato a Luciano Burderi responsabile dell’organizzazione degli spettacoli equestri che hanno arricchito il programma della Fiera Agroalimentare Mediterranea.

Decine di premi sono stati consegnati agli allevatori dei campioni e campionesse delle varie razze presenti in Fiera. All’azienda agricola Bocchieri Francesco e Luciano è andata la coppa per il campione assoluto tori della razza Modicana, a Rita Guastella il riconoscimento per la campionessa assoluta vacche della “Pezzata rossa” e a Giovanni e Aldo Campo il primo premio per la Frisona italiana. Campione assoluto junior per la Charolaise il bovino di proprietà dell’azienda Incatasciato, mentre per la Limousine nella stessa sezione, è stato premiato Giuseppe Garofalo. Per la razza equina tra i premiati Salvatore Gulino, Francesco e Luciano Bocchieri, Rosario Caruso e Salvatore Alicata. Infine, ma non in ordine di simpatia, premi all’asino ragusano, i riconoscimenti sono andati all’azienda Leggio di Maria Grazia Tumino e ad Angelo Di Martino.

Da evidenziare infine il grande successo di pubblico riscosso anche da tutti gli eventi collaterali alla Fiera come la “didattica del gusto” a cura della Coldiretti, le manifestazioni equestri, organizzati con la collaborazione del Consorzio Provinciale Allevatori di Ragusa, i laboratori “mani in pasta”, con la collaborazione delle massaie che praticano la cucina della tradizione, gli eventi educativi dedicati agli allievi delle scuole elementari, svolti con la collaborazione del Corfilac, la “fattoria didattica”, realizzata con la collaborazione degli allevatori Rosario Leggio, Concetta Passalacqua, Giovanni Gurrieri, Pietro Barrera, Giovanni Gulino e Giuseppe Distefano.

Leggi tutto
ANTONELLO-VENDITTI

Sold out per Antonello Venditti a Ragusa

RAGUSA (Di Elisa Montagno) – Un grande Antonello Venditti. Per un grande evento. E’ stato un concerto straordinario l’unplugged in piazza Libertà a Ragusa. Appuntamento sold out con ben 2.200 presenze. L’organizzazione curata dalla GG Entertainment di Giovanni Gambuzza è stata praticamente perfetta. Tutti hanno potuto godere la performance del cantautore romano andata avanti per circa due ore e mezza, caratterizzata da un racconto intimo, sin dalla prima canzone eseguita, “Sotto il segno dei pesci”, per arrivare al bis “Ricordati di me”, non senza avere fatto scatenare prima il pubblico con la sempreverde “In questo mondo di ladri”. Ma è stato soprattutto il fatto che Venditti si sia raccontato agli spettatori, senza risparmiarsi, a caratterizzare, ancora di più in positivo, questo unplugged che ha visto l’artista alternarsi sul palco con una band di formidabili elementi ma anche da solo al pianoforte. Era presente pure una nutrita delegazione di spettatori provenienti dall’isola di Malta. Inappuntabile il supporto operativo fornito dalle forze dell’ordine. “E’ stata – dice Gambuzza – una straordinaria serata di musica, un concerto di notevole spessore che testimonia come, ancora una volta, come Ragusa, ma più in genere i principali centri dell’area iblea, sia la cornice ideale per appuntamenti di così grande richiamo. Ringrazio il Comune per il supporto fornito e naturalmente le forze dell’ordine, grazie anche allo staff organizzativo che ha permesso che tutto si svolgesse senza alcun tipo di problema. Lo spettacolo è stato veramente superiore a qualsiasi tipo di aspettativa. Del resto, Antonello Venditti è un artista che non si discute. E lo ha dimostrato ancora una volta”. Anche l’assessore comunale agli Spettacoli, il vicesindaco Massimo Iannucci, afferma che “la kermesse si è svolta nella maniera migliore, per permettere a tutti coloro che erano presenti di poterla apprezzare al meglio. Abbiamo cercato di fare in modo che tutto potesse svolgersi al meglio e il personale comunale è stato sempre all’altezza della situazione in qualsiasi circostanza. L’estate 2017 è stata caratterizzata da grandi eventi. E non è ancora finita”. Tra i supporter all’evento anche Despar Sicilia. Al concerto ha assistito anche il responsabile ufficio marketing di Ergon consortile, Concetta Lo Magno. “Abbiamo visto giusto – ha detto – e continuiamo ad essere sempre in prima linea nella promozione della cultura. Lo facciamo perché l’attenzione e l’interesse nei confronti del territorio continuano a caratterizzare il nostro lavoro quotidiano”.
Leggi tutto
Asp 8

Record di donazioni all’Avis di Ragusa

RAGUSA (Di Elisa Montagno) – Il Direttore dell’U.O.C. Trasfusionale dell’Asp di Ragusa, Giovanni Garozzo, ha reso pubblici i dati relativi alle donazioni effettuate, che l’Avis di Ragusa ha registrato nel periodo estivo, momento critico per le emergenze, 7753 – a fronte delle 7373 del 2016 – nel breve arco di tempo che va dal 1° luglio al 15 settembre. Un risultato straordinario che non fa altro che confermare l’eccellenza di questa Associazione che rappresenta un orgoglio per tutta la provincia iblea.
«Volevo ringraziare il personale sanitario e amministrativo dell’Avis – dice Garozzo -er la perfetta organizzazione della convocazione dei Donatori e per la raccolta e il personale del Servizio Trasfusionale per l’altrettanto eccellente lavoro di lavorazione e validazione di tutte le unità pervenute: perfetto esempio di sinergica integrazione tra strutture pubbliche e private.»
Leggi tutto
anni-provincia-ragusa-420

Ragusa si candida a Capitale della Cultura 2020

RAGUSA (Di Elisa Montagno) – La Giunta Municipale di Ragusa con un’apposita delibera adottata lunedì scorso, ha approvato la lettera di intenti per la condivisione progettuale e la definizione delle azioni necessarie per la candidatura di Ragusa come Capitale Italiana della Cultura 2020. A sottoscrivere la lettera d’intenti saranno oltre al Comune di Ragusa, il Libero Consorzio comunale di Ragusa, la Camera di Commercio di Catania, Ragusa e Siracusa, la Diocesi di Ragusa, la Sovrintendenza Beni Culturali e Ambientali di Ragusa, la Banca Agricola Popolare di Ragusa, la Struttura Didattica di Lingue e letterature straniere dell’Università di Catania.
Leggi tutto
ANTONELLO-VENDITTI-624x346 (1)

Tutto pronto per il grande concerto di Antonello Venditti a Ragusa

RAGUSA (Di Elisa Montagno) – Sabato 23 settembre piazza Libertà, nel cuore di Ragusa, risuonerà di note familiari, di parole cantate e ricantate da tutti, con i pezzi più significativi di un cantautore che ha fatto e continua a fare la storia della musica italiana. Antonello Venditti è pronto a rendere indimenticabile la fase conclusiva della stagione estiva in provincia di Ragusa con un concerto che sarà ricordato. In versione unplugged, Venditti sarà sul palco assieme a un quartetto di musicisti. Il cantautore romano, seduto al pianoforte, riproporrà le canzoni più famose che rappresentano le fondamenta della sua storia musicale e poetica. L’iniziativa è promossa a livello locale da GG Entertaiment di Giovanni Gambuzza con il sostegno del Comune di Ragusa.

Leggi tutto
cani randagi

Ragusa: emergenza randagismo, piaga da eliminare

RAGUSA (Di Giulia Di Martino)  – Il randagismo non è un fenomeno invincibile, si può ridurre, contrastare e battere. Spesse volte il fenomeno, ancora crescente nella nostra provincia, è frutto di cattive logiche amministrative, scarsa conoscenza ma anche di omissioni delle pubbliche amministrazioni e di leggi incomplete e inadeguate. Ancora una volta registriamo una segnalazione di avvistamenti di branchi in c.da Selvaggio e nella zona artigianale ed industrale a Ragusa. E’ Lab 2.0 a denunciare la situazione definendola insostenibile. Il  Movimento ha raccolto nel corso dell’ultimo anno numerosissime comunicazioni che riguardano quella che si può definire una vera e propria “emergenza randagismo” e “con il termine della bella stagione – spiegano dal direttivo – sono aumentate a dismisura da parte di chi ha trascorso le vacanze in villeggiatura ed è tornato in città. “Una condizione di pericolo – spiegano – perché al di là del conoscere quanto sono aggressivi o meno questi randagi non c’è dubbio che branchi di tali dimensioni, a spasso in mezzo ad aree dove c’è un alta densità di traffico rappresentano un doppio pericolo. Ad aggravare la situazione, poi, c’è da considerare che proprio in questi giorni è terminato il periodo di affidamento del servizio di cattura e custodia dei randagi a Ragusa che  pare non abbia prodotto risultati. Per Lab 2.0 è necessario avviare un serio lavoro di mappattura dei branchi presenti, cattura e sterilizzazione delle femmine, ricovero e cura degli esemplari malati e cattura di quelli pericolosi considerato che  il Comune  ha già impegnato somme importanti in questo settore.

In generale il fenomeno randagismo dev’essere realmente eliminato;  tanti avvistamenti di branchi di cani randagi non solo a Ragusa ma in tutto il sudest. Sulla delicata questione le istituzioni preposte sembrano  sempre più votate alla rassegnazione che all’azione e questo induce a considerare problematiche come quella del randagismo, una piaga che ha grandi proporzioni in Sicilia, come realtà con le quali sia necessario convivere, ma così non è.

 

RAGUSA: emergenza randagismo, piaga da eliminare

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica