Incendi in Sicilia, si contano i danni

Il Sindaco di Altofonte dichiara lo stato di calamità

PALERMO – Stiamo facendo il punto della situazione con il comandante dei carabinieri e della polizia municipale. Appare chiaro a tutti l’attentato che abbiamo subito, non sono servite bombe, armi, ma hanno distrutto il nostro territorio”. Cosi’ sul suo profilo Facebook, in merito al vasto incendio che ha distrutto ettari di vegetazione nel palermitano, il sindaco di Altofonte, Angela De Luca, che annuncia la dichiarazione dello stato di calamita’, “perche’ la montagna – spiega – per noi era vita, ossigeno, acqua e per tanti lavoro. Un attentato che ci costera’ carissimo dal punto di vista di risorse e di cuore. Paesaggi e luoghi che abbiamo percorso con lo sguardo, da bambini, coi nostri figli adesso non ci sono piu’. L’odore acre del fumo e’ sui nostri vestiti, sulla nostra pelle, fisso nelle pareti delle nostre case e li restera’ per giorni. “Un pensiero lo voglio rivolgere – aggiunge – ai volontari della protezione civile, vigili del fuoco, croce rossa, 118, impiegati comunali e sopratutto operai forestali che sono ancora impegnati ad Altofonte ed in tutta la Sicilia che ancora brucia sotto i nostri occhi. Faremo la conta dei danni, fortunatamente non abbiamo subito vittime umane ma danni a macchine, abitazioni , rete idrica, pubblica illuminazione, strade, e soprattutto la nostra identita’, il nostro cuore, la nostra vita”. 

Leggi tutto

Palermo: Covid-19, 4 morti in Sicilia

Nuovo intervento del Presidente della Regione Nello Musumeci.

PALERMO -Sale a 4 il bilancio dei morti affetti da covid-19 in Sicilia.  Gli ultimi in ordine di tempo una donna di 80 anni di Agira in provincia di Enna deceduta all’ospedale di Leonforte. Il tampone che ha confermato il coronavirus e’ stato effettuato post mortem  L’altra vittima è un uomo di 52 anni, era dipendente della Pfizer , industria farmaceutica di Catania.  Si trovava in terapia intensiva al Cannizzaro.

Leggi tutto

Il  Governatore  Nello Musumeci ‘blinda’ la Sicilia

Emergenza coronavirus

 Emergenza Coronavirus, Il presidente della Regione Sciclia, Nello Musumeci  ‘blinda la Sicilia’. La situazione di criticità è tale da spingere il Governatore  a chiedere  il blocco dei collegamenti. Sospensione dei collegamenti aerei, nazionali e internazionali, a eccezione di due voli al giorno tra Roma e Palermo/Catania; blocco di tutti i servizi automobilistici interregionali e dei servizi marittimi per il trasporto dei passeggeri, garantendo solo quello merci.

Leggi tutto

Modica unica Città siciliana presente a “Dubai 2020”

MODICA (di Elisa Montagno) – Modica sarà l’unica Città siciliana ad avere uno spazio esclusivo per sette giorni in occasione di EXPO Dubai 2020, l’Esposizione Universale che per la prima volta si terrà in un Paese arabo dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021. Dopo lo straordinario successo di Milano 2015, dunque, l’antica Capitale della Contea grazie al suo prodotto più famoso, il cioccolato, avrà a disposizione un’intera settimana per promuoversi a livello internazionale all’interno del Padiglione Italia.

Leggi tutto

Cominciati i saldi…ufficiali!

Scatta la corsa agli acquisti

PALERMO – Di Giulia Di Martino – I saldi invernali in Sicilia, sono ufficialmente cominciati. Ufficiosamente, svendite e saldi anche del 50%, hanno avuto lo start ancor prima di Natale. Legge alla mano invece, la data di inizio dei saldi nei negozi dell’Isola -per una spesa media presumibile a persona, che si aggira sui 150/170 euro- sono scattati oggi alle 9, orario di apertura dei negozi. Federconsumatori prevede una flessione degli acquisti dell’1,3% rispetto ai saldi 2019, mentre il Codacons si aspetta un “flop totale” con un -10%. Ad approfittare degli sconti, saranno quattro siciliani su dieci

Leggi tutto

“False etichette che impoveriscono la Sicilia”

Nino Minardo: “Daverio chieda scusa pubblicamente”.

MODICA – Dichiarazioni inqualificabili quelle del giornalista Philippe Daverio,  non degne di uno  storico dell’arte, docente, saggista, politico così come descritto da Wikipedia. Come può questo signore che lavora per la Tv pubblica offendere in modo così spudorato la Sicilia? Sulla vicenda è intervenuto proprio l’on. Nino Minardo. Il palrmentare di Forza Italia ha presentato un’interrogazione  parlamentare per chiedere chiarimenti su quanto accaduto ” in questi giorni relativamente al concorso Rai “Il Borgo dei Borghi” e sui motivi per i quali la Tv di Stato permetta ad un suo dipendente di offendere in modo così oltraggioso una terra che peraltro il Signor Daverio conosce bene, dove ha lavorato, ha insegnato ed è stato pagato con i soldi dei siciliani che ora ha offeso nella loro dignità sia per quanto attiene i costumi e le tradizioni, sia per quanto attiene la capacità intellettiva di ognuno.  La Sicilia-prosegue Minardo non è assolutamente quella rappresentata da questo signore e lo sappiamo tutti e credo lo sappia anche lui. Ha delineato una immagine oltraggiosa e lesiva di una terra ricca di storia, di cultura, di tradizione e crocevia di antiche civiltà. Si rispetti la sua storia e il suo presente. Pretendiamo scuse pubbliche  dal Signor Daverio e le accettiamo volentieri. Non si accettano, invece,  false etichette che impoveriscono la Sicilia.

Leggi tutto
TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica