Ancora stabili ma gravi le condizioni del giovane rapinatore

Il minorenne è stato operato alla testa nel reparto di neurochirurgia del Policlinico e la prognosi resta riservata

CATANIA – Sono stabili, ma restano molti gravi le condizioni del 15enne ferito da un agente di polizia durante una rapina alla rivendita di tabacchi annessa alla stazione di servizio Agip della tangenziale di Catania. Il minorenne è stato operato alla testa nel reparto di neurochirurgia del Policlinico e la prognosi resta riservata. Nel conflitto a fuoco, al quale hanno partecipato due poliziotti, e’ morto un 19enne, Francesco D’Arrigo, centrato da un proiettile all’arteria femorale, mentre un terzo complice, Samuele Consoli, 21 anni, e’ stato bloccato e arrestato. Continuano intanto le indagini della squadra mobile della Questura per identificare il quarto complice del gruppo riuscito a fuggire mettendosi alla guida di un’Opel Corsa, ritrovata poco dopo nel popoloso rione di Librino. La vettura, il cui furto era stato denunciato da una decina di giorni, sarebbe stata utilizzata nel pomeriggio antecedente la sparatoria sulla tangenziale per rapinare una profumeria della zona commerciale di Misterbianco. Per la Procura di Catania, alla luce degli accertamenti svolti e dalla visione dei video, “appare chiaro che la sparatoria e’ avvenuta durante una rapina a mano armata” e che gli agenti di polizia giudiziaria “sono parte lesa nell’inchiesta”. I magistrati hanno disposto accertamenti balistici sulle due pistole trovate sul luogo della sparatoria, che impugnavano il 19enne e il 15enne, che sono riproduzioni fedeli di Beretta calibro 9, per accertare se fossero state modificate e quindi potessero sparare.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica