Teatro Stabile, si dimette il presidente e arriva la gestione commissariale

I debiti ammontano a 13 milioni di euro

CATANIA – Le dimissioni rassegnate dal presidente del Teatro Stabile di Catania Salvatore La Rosa aprono la strada al commissariamento dell’Ente. A breve dovrebbero arrivare anche quelle dei componenti del Cda. A fare precipitare la situazione la relazione dei due ispettori della Regione inviati un mese addietro dall’assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo i quali hanno controllato tutta la documentazione degli ultimi anni relativa ad acquisti, servizi e forniture senza tralasciare la tipologia di rapporto di lavoro e le mansioni svolte dai 37 dipendenti.  Il debito venuto fuori è di 13 milioni di euro se si considera anche il disavanzo al 31 dicembre 2015 di 1 milione e 400 mila euro. Secondo la relazione la situazione si sarebbe aggravata con le assunzioni degli ultimi 8 anni ma anche alla luce di alcune forniture di servizi. A questo punto bisognerà capire come la Regione si muoverà per individuare i responsabili. Proprio su questo fronte la Cisl chiede al Cda, prima di dimettersi, di denunciare tutte le responsabilità emerse. Secondo il sindacato, a pagare non possono essere solo i lavoratori i quali, sul fronte stipendi, sono fermi ad un acconto dello stipendio di gennaio e continuano a mantenere il presidio di via Fava.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica