Dopo dimissioni sindaco, si attende nomina commissario

Elezioni a giugno o nel 2019?

ACIREALE (Ct) – Le dimissioni irrevocabili presentate dal sindaco di Acireale Roberto Barbagallo subito dopo l’interrogatorio di garanzia avvenuto nel carcere di piazza Lanza a Catania nell’ambito dell’inchiesta Sibilla della Guardia di Finanza che vede coinvolto l’ormai ex primo cittadino per corruzione prospettano nuove elezioni per la città dei cento campanili e questo a 4 anni di distanza dalla vittoria di Barbagallo al ballottaggio. Decade anche la giunta che garantirà soltanto l’ordinaria amministrazione. Proseguirà regolarmente la sua attività invece il consiglio comunale sino alla naturale scadenza nel giugno del 2019 a meno che avvengano le dimissioni contestuali della maggioranza assoluta dei componenti. In questo caso i tempi si restringerebbero e la data utile per le elezioni potrebbe essere quella del prossimo giugno. Sarà il dipartimento regionale delle autonomie locali a proporre al presidente Musumeci la nomina di un commissario straordinario che sostituirà sindaco e giunta fino a nuove elezioni. La scelta di Bargagallo di dimettersi è stata dettata innanzitutto da senso istituzionale come confermato dal suo avvocato Enzo Mellia. Ciò comunque gli permetterà anche di difendersi in maniera adeguata. Le dimissioni infatti rendono meno stringenti le esigenze di custodia cautelare in carcere, motivate dalla possibilità di reiterazione del reato e di inquinamento probatorio.

TELERADIO REGIONE S.R.L., società a socio unico soggetta a direzione e coordinamento della Filgest srl, 97015 Modica – S.P. 74 km 0+400 C.da Cava Gucciardo – C.F. e P.IVA 00209070895 – Capitale Sociale Euro 2.255.000 i.v. - CCIAA / REA Ragusa 110483 – Testata Giornalistica igiornalidisicilia.it nr. 3/2012 del 26.04.2012 Tribunale di Modica